RizVN Login

Benvenuto in Associazione

Registrati
 

Libri elettronici contro 
la dislessia, così

Righe più brevi e lettere meno affollate riducono le difficoltà di lettura

Righe più brevi, una maggiore spaziatura fra le lettere e un testo meno affollato: sono questi i vantaggi dei libri elettronici che possono aiutare a migliorare le capacità di lettura di chi soffre di dislessia. A sottolinearlo sono gli autori di una ricerca pubblicata su PLoS One secondo cui quando un ragazzo dislessico legge un testo sullo schermo di un eReader la sua velocità di lettura aumenta del 27%, mentre il numero dei momenti in cui l'occhio resta fisso sullo stesso punto per riconoscere le lettere circostanti diminuisce dell'11%. Non solo, l'uso dei lettori elettronici riduce di più di 2 volte il numero dei movimenti dell'occhio verso la parte già letta, spostamenti in genere associati all'aumento delle difficoltà di elaborazione del testo.

Il fattore chiave che è importante perché l'effetto sia utile è che ci sono poche parole per linea”, ha spiegato Matthew Schneps, ricercatore dello Science Education Center dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics di Cambridge (Usa) e primo autore dello studio. Non è, quindi, il lettore elettronico in sé e per sé a venire in aiuto a chi ha problemi di dislessia, ma il formato del testo, che come spiega lo stesso Schenps potrebbe essere riprodotto anche sulla carta, su di una lavagna o qualsiasi altro tipo di supporto.

  • Dislessia ! Che cos'è ?